norme programmati - avasv_onlus_sito

Vai ai contenuti

Menu principale:

norme programmati

Manuali

DISPOSIZIONI PER IL PERSONALE OPERANTE IN REGIME DI VOLONTARIATO


Articolo n. 1
NATURA.

1.1   L’Associazione A.V.A.S.V – Onlus di Vallermosa è regolata dallo Statuto Sociale e da un  regolamento interno, fonda la propria attività istituzionale ed associativa sui principi costituzionali           della democrazia, della partecipazione sociale e sul volontariato, quale elemento centrale e strumento insostituibile di solidarietà umana.
2.1   Al fine di svolgere il servizio di trasporto infermi in maniera ineccepibile, le presenti disposizioni integrano a tutti gli effetti le regole dello statuto sociale e del regolamento interno.

Articolo n. 2
PERSONALE IN SERVIZIO  PROGRAMMATI

2.1    Ogni squadra in servizio di trasporto programmati  si compone di un autista - barelliere,  da un barelliere e da un eventuale allievo soccorritore.        In casi di trasporti di pazienti particolari, l'equipaggio verrà integrato con un secondo barelliere o soccorritore.
2.3  Autista  a cui spetta l'onere dell'efficienza del mezzo in consegna,  garantendone il buon funzionamento e controllandone la completa funzionalità.   Inoltre durante l'intervento sarà suo dovere coadivare col barelliere.
2.4    Barelliere a cui spetta il compito di assistere il paziente durante il tragitto da e/o verso gli ospedali e nell'ipotesi di un allievo istruirlo e farlo operare nei limiti della sicurezza sua e del paziente.
2.5    Allievo a cui spetta l'onere di osservare attentamente tutte le manovre del barelliere e seguire con diligenza tutte le istruzioni per eventuali manovre a lui affidate dal barelliere titolare del servizio.

Articolo n. 3
NORME GENERALI

3.1 E' obbligo di ogni componente la squadra rispettare le disposizioni di legge per quanto concerne la riservatezza del lavoro svolto.
3.2 Chiunque non rispetti quanto detto al comma precedente, può essere allontanato dall'Associazione.
3.3 Durante l'espletamento del servizio è fatto obbligo al personale di indossare la divisa regolamentare stabilita dal Consiglio Direttivo, fatto salvo casi di eccezionale urgenza.
3.4 E' assolutamente proibito prestare servizio in condizioni psicofisiche non idonee, nel qual caso è preferibile differire l'intervento sostituendo l'equipaggio.
3.5 E' proibito usare i telefoni dell’associazione per motivi strettamente personali, salvo comunicare per comprovati e inderogabili motivi con i propri familiari.
3.6 E' fatto assoluto divieto  usare la radio di bordo in modo improprio.  Nel caso che per un programmato venisse utilizzata l'ambulanza di riserva del 118 non è consentito utilizzare il microfono per nessuna ragione.
3.7 E' proibito asportare materiale dalla sede e/o dalle ambulanze per uso personale senza la preventiva autorizzazione  di un responsabile della struttura.
3.8 E' proibito, a tutto il personale, trattenere qualsiasi offerta (art. 2 regolam.interno), queste devono essere versate nelle casse dell'associazione con la ricevuta debitamente compilata in tutte le sue parti e firmata dall'operatore ricevente. Detta infrazione comporta l'immediata espulsione dalla struttura.
3.9 Le squadre vengono formate ad insindacabile giudizio del responabile della struttura in armonia con i Direttori Sanitari, che come prima considerazione verrà presa la funzionalità del servizio.
3.10 Ogni squadra  è formata, in base alle esigenze di servizio,  da un minimo di due operatori ed eventuale allievo, e nei casi particolari l'equipaggio verrà formato da tre operatori ed eventuale allievo.
3.11    Periodicamente, tutto il personale preposto al servizio di trasporto infermi dovrà frequentare obbligatoriamente dei corsi addestrativi, se ritenuti necessari per il buon andamento del servizio.

Articolo n. 4
AUTISTI SOCCORRITORI

4.1   L'autista del mezzo di soccorso al momento di prendere servizio, deve accertarsi che il mezzo sia idoneo e non presenti guasti o inefficienze che ne pregiudichino il buon funzionamento, si deve accertare della presenza sufficiente di carburante e lubrificante onde prevenire eventuali guasti.
4.2  In caso si riscontrino inefficienze funzionali  per lo svolgimento del servizio , l’autista ha l’obbligo di informare  rapidamente il responsabile del sodalizio.
4.3   In caso di infrazioni al Codice della Strada cui conseguano sanzioni amministrative, causate da comportamento illecito e improprio, queste saranno a carico del conducente del mezzo,  salvo diversa decisione del Consiglio Direttivo.   Qualora però le infrazioni fossero dovute per cause imprescindibili ed imprevedibili,  se ne farà carico il sodalizio, previa decisione del Consiglio Direttivo.
4.4  In caso di sinistro, l'autista,  deve fare immediato rapporto dello stesso e delle relative modalità, indicando l'accaduto ed eventuali testimoni. In caso di colpa e/o negligenza, potrà essere sospeso dalla guida.  Ed in determinate situazione potrebbe essergli revocata la qualifica di autista.  

Articolo n.5
BARELLIERE

5.1 Il compito del barelliere prima della partenza consiste nel controllare accuratamente che nel vano sanitario sia tutto in ordine, pulito e che nulla manchi per ogni eventuale emergenza.
5.2   Durante tutto il tempo dell'intervento, il barelliere deve assumere comportamento consono alla sua immagine.          

Articolo n.6
ALLIEVO

6.1  L’allievo  è colui/ei che,  durante la  sua formazione alla qualifica di  soccorritore,  presta servizio attivo in ambulanza durante soccorsi di emergenza 118  come  componente dell’equipaggio in qualità di osservatore.     Dovrà comunque alternare l'attività di osservatore in 118 con periodi di attività nei viaggi programmati onde acquisire manualità nel barellaggio e sbarellaggio e trattamento dei pazienti.
6.2   Le norme di cui all'art. 3 del presente documento, sono parte integrante dei doveri dell'allievo nei confronti della struttura.   

Articolo n.7
DISPOSIZIONI FINALI

7.1     Ogni infrazione alle suddette disposizioni verrà valutata insindacabilmente  dal Consiglio Direttivo, il quale deciderà di volta in volta a seconda della gravità dell'infrazione i provvedimenti da adottare.
7.2      Le presenti disposizioni verranno classificate parte integrante del regolamento interno dell'Associazione A.V.A.S.V. - Onlus ed entreranno in vigore il giorno della loro approvazione da parte del Consiglio Direttivo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu